Pratovecchio Stia, bomber Capacci: «Crediamo nella salvezza»

Nel match contro il Poggibonsi, il Pratovecchio Stia aveva tutti i pronostici a sfavore. Ma la formazione rossonera guidata da Antonio Arcadio ha sfoderato la partita perfetta, conquistando un successo esaltante, attraverso una prestazione di cuore e temperamento, ma anche di qualità. Protagonista assoluto della partita è stato bomber Marco Capacci, che con una tripletta da stropicciarsi gli occhi ha permesso alla sua squadra di conquistare tre punti fondamentali per cullare il sogno di un traguardo che fino a poco tempo fa pareva utopistico: la salvezza diretta: «Dopo 12 giornate avevamo 5 punti – fa presente Capacci – e pensare di raggiungere la salvezza diretta era un miraggio. Con il cambio dell’allenatore però siamo riusciti a abbiamo fatto tanti risultati positivi. Addirittura abbiamo anche inanellato un filotto di dieci partite senza perdere. E ci siamo abituati alla categoria. Siamo un gruppo con molti giocatori che non avevano mai fatto l’Eccellenza, a parte io e Sorbini ed abbiamo pagato lo scotto iniziale». Non era certo un problema di qualità tecniche: «Assolutamente no – prosegue il bomber rossonero – le qualità questo gruppo le ha, era solo questione di riuscire a esprimerle». La vittoria pesante (4-0) con il forte Poggibonsi può essere di quelle che cambiano una stagione. «Contro il Poggibonsi – commenta Capacci – abbiamo veramente giocato la partita perfetta, perché se vuoi battere questi avversari non puoi fare diversamente. Ci siamo difesi bene ripartendo in contropiede e sfruttando bene le occasioni che ci sono capitate». E ora lo scenario di classifica si fa interessante: «Inutile nascondersi – ammette Capacci – adesso siamo a 4 punti dalla salvezza diretta e ci proveremo. Noi ci crediamo. Mancano cinque giornate e dopo Fortis Juventus e Rignanese che saranno molto difficili, nelle ultime tre abbiamo tre scontri diretti. Quindi il nostro destino è in mano a noi». Da attaccante, avere un tecnico come Antonio Arcadio che è stato un ottimo attaccante, sicuramente ha aiutato Capacci a diventare un vero trascinatore per il Pratovecchio Stia: «Con il mister mi trovo benissimo. E comunque lui, nonostante abbia fatto il bomber, è sicuramente molto preparato anche nelle altre fasi. Poi è un profondo conoscitore della categoria e dei giocatori. Noi attaccanti seguiamo sempre i suoi preziosi consigli sui movimenti. Io poi – confida Capacci – con lui due anni fa in Promozione ho segnato 12 reti. Da quando è qui quest’anno ho fatto sei gol e quindi mi trovo alla grande». Capacci, classe ’90, proviene dalle giovanili dell’Arezzo, con cui ha esordito in Serie C, ma ha un passato importante anche nella Sansovino (17 reti in Eccellenza) ed in altre squadre dell’aretino. Insomma è un attaccante di grande esperienza. «A Pratovecchio mi sento a casa, e non solo perché abito vicinissimo. Sono qui da quattro anni e sono molto contento. C’è una società in grande crescita e ci sono progetti molto ambiziosi. Per me è l’ambiente ideale. Dobbiamo centrare la salvezza, con o senza playout. E sono sicuro che in futuro potremmo toglierci qualche altra soddisfazione importante». E il traguardo adesso, non è poi così lontano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *